Bentornati su Clash News, oggi pubblichiamo un articolo a firma di Nadia (Acquamarina) con a conclusione importante nota del nostro capo redattore.

Entra anche Tu nel canale Telegram di ClashNews, il Blog italiano di Clash of Clans, clicca qui 👉👉👉 https://t.me/ClashNewsblog

 

“…una community, due community, tre community o cento community in una… ognuna con il suo bel proclama, la lista di buone intenzioni, il proprio manifesto più o meno accattivante. 

Ognuna con il proprio staff, gente nota, meno nota, sconosciuta. 

Tu osservi e lo scenario varia più velocemente del meteo… come in una gelateria sperimentale i gusti del gelato si miscelano, si fondono tra loro in combinazioni improbabili e  inaspettate…. a noi players che amiamo clash non rimane che adeguarci all’imbarazzo della scelta: partiamo già con le idee chiare o li assaggiamo tutti per poter valutare quale ci sia più  gradito. 

Questo è il focus della mia riflessione, noi Players.  Noi che siamo la ricchezza ed i veri protagonisti di una community. 

Da player voglio dare voce ai Players, perché in mezzo ai proclami, alle intenzioni che vengono sbandierate più  o meno scenograficamente, si senta anche la nostra voce; si possa udire ciò che abbiamo da dire nel nostro piccolo. 

Noi vogliamo giocare.  

Noi vogliamo aggregazione.  

Noi vogliamo rispetto.  

Noi vogliamo valorizzazione delle diversità.  

Noi vogliamo risposte a bisogni di gioco diversi. 

Noi vogliamo ascolto. 

Vogliamo poter trascorrere una pausa di relax giocando a clash come ci è più consono. 

Vogliamo trovare nelle chat di una community armonia e risposte sul gioco, qualora abbiamo domande o dubbi. 

Vogliamo poter scegliere un evento per la sua  gradevolezza e la sua organizzazione. 

Vogliamo un clima sereno e di collaborazione. 

Vogliamo anche che le nostre idee vengano valorizzate, qualora ne abbiamo. 

Non vogliamo polemiche sterili, cerchiamo solo un ambiente di gioco sano e stimolante. 

Noi vogliamo che alle persone sia dato valore e che ci sia possibilità  di crescita per chiunque si ponga e si porga RISPETTOSAMENTE all’interno delle community. 

Che si chiami Fantasilandia o Neverland una Community che funzioni ci deve queste attenzioni, perché  se è  vero che ogni cosa si organizza dall’alto è  anche vero che la ricchezza  di una community siamo noi, unicamente noi.  

Ed  è altrettanto vero che se non troviamo risposte adeguate ci stanchiamo e ce ne andiamo…. in cerca di un luogo che per noi possa essere “casa”, possa somigliare a noi e al nostro modo di giocare. Un luogo dove poter restare. 

Organizzatevi dunque per dare peso e valore ai Player perché  siano sempre al centro della vostra attenzione e di grandi proclami non ci sarà  necessità: parleranno i numeri. 

Buon game a tutti. 

Nadia, alias Acquamarina, 

semplicemente una Player 😉 “

NOTA IMPORTANTE DEL CAPO REDATTORE

Non si è potuto fare a meno di integrare il bell’articolo di Acquamarina che riporta considerazioni che dovrebbero essere condivise da tutti.

Una nota di cronaca recente è la dimostrazione di quanto si è smarrito il contatto con la realtà e ogni sano principio a causa del comportamento di alcuni admin, sempre gli stessi, che sono presenti in ruoli incrociati in una moltitudine di community, e che sono portatori di odio immotivato e di un clima da guerra perenne che avvelena costantemente la comunità intera di Clash in Italia.

Per esperienza diretta il fondatore di questo blog ha avuto modo di subire in prima persona la censura accompagnata dalla denigrazione e dal ban ad opera di Alex 4L3X(AF) capo degli andros fighters e di Daniela-Sissycat delle black witches e ciò perché Clash News non si è addomesticato o auto censurato continuando a scrivere articoli in piena libertà anche informando su eventi organizzati da chi “non era gradito” a queste persone.

Ultimo episodio risale ad alcuni giorni fa quando Francesco Patrizi, amministratore di un gruppo pubblico Telegram, ha ripetutamente cancellato un articolo di Clash News riguardante un evento internazionale di eSport, patrocinato dalla federazione GEC ASI CONI, per arrivare poi, dopo le giustissime doglianze per la censura subita, a mutare l’account ufficiale di Clash News in suddetto gruppo.

Tutto ciò perché è stato pubblicato un articolo che menzionava un evento internazionale organizzato da una community “nemica”.

Ci si domanda:

È questo lo spirito che fa bene e occorre alla comunità di Clash of Clans in Italia?

Queste persone incarnano quei giusti valori per aggregare player?

Essendo palese che per colpa di pochi il clima oramai è diventato irrespirabile, chi rappresenta la Supercell in Italia dovrebbe prendere le dovute distanze da certi comportamenti e da queste persone che incarnano la perfetta negazione del sano spirito di gioco.

Noi di Clash News crediamo che la libertà di parola e di espressione sia un valore fondante, ci batteremo sempre ed in ogni luogo denunciando ogni censura.

 

SE NON VUOI PERDERE NOTIZIE ED AGGIORNAMENTI, UNISCITI AL CANALE TELEGRAM DI CLASH NEWS CLICCANDO QUI: https://t.me/ClashNewsblog

Rimarrai così aggiornato in realtime