Ripesco dalla naftalina questo celebre aforisma, attribuito al politico Giulio Andreotti, per descrivere lo stato di fatto dei giocatori di Clash of Clans che partecipano alle guerre tra clan.

Siamo agli ultimi giorni della Clash Wold League di Maggio e la tensione aumenta.

Ogni singolo attacco, ogni singola truppa poggiata bene o male determinerà l’esito finale.

Ci sono molti clan che hanno visto ancora una volta quanto sia logorante questo evento.

Sette giorni di guerre continue sono tanti. È vero, si puo fare un solo attacco al giorno ma questo attacco pesa parecchio.

Ricordiamo che nelle guerre normali sono concessi due attacchi ad ogni giocatore.

Nelle War League hai un solo colpo a disposione. Niente aiuti, nessun recupero possibile.

Il torneo mondiale, tramite le fasi eliminatorie, ci sta restituendo una cruda verità.

In media ogni 5 attacchi devi poter ottenere una tripla. Ogni 5 attacchi un giocatore del tuo clan deve poter portare a casa le tre stelle.

Ovviamente stiamo parlando dalla lega Campione 3 in su, ma il ragionamento è più ampio.

Chi non dispone di giocatori in grado di tenere questa media inevitabilmente cade nel calderone dei clan che puntano alle due stelle sicure.

Questo atteggiamento porta a stravolgere gli attacchi, ad un gioco psicologico e riduttivo basato sulla speranza di un fail avversario.

Ossia sulla speranza che un avversario commetta un errore. Ma siamo sicuri che dietro a questa strategia non si nascondano timori e sintomi di impotenza?

Mi sto rendendo conto che c’è un limite al di là del quale c’è un modo diverso di giocare.

Un po’ quello che ha permesso al Liverpool di battere il Barcellona 4 a 0 nella semifinale di ritorno di Champions League.

O decidi di giocare armandoti di speranza oppure provi ad oltrepassare il limite e a subirne le conseguenze.

Un mondo di gioie, dolori, responsabilità, sacrificio. Perché per realizzare una tripla in Clash of Clans non si può improvvisare.

Ma quando arrivi a questa consapevolezza sai che la vittoria spetta ad un solo clan.

È proprio vero. Il potere logora chi non ce l’ha.

Ogni errore, ogni attacco che non gira come pianificato, genera una marea di incazzature spesso nascoste da frasi di circostanza. È cosi anche nel tuo clan?

Confrontati con i lettori di clashnews.it scrivendo un tuo commento a questo articolo. Non sai quanti sono curiosi di leggere uno stato d’animo simile al tuo per comprendere meglio come si sentono in questo momento 🙂