Ciao e ben ritrovato dalla redazione di ClashNews.it

Cercando di rispondere alla richiesta di un giocatore in una chat di Telegram del gruppo ITC, ho deciso di dare una letta alle condizioni contrattuali che Supercell ha minuziosamente redatto per i suoi giochi.

Se anche tu vuoi farti venire un’oretta di mal di testa vai subito a vedere il sito https://supercell.com/en/terms-of-service/it/

Il succo del discorso è quanto riportato nel titolo di questo articolo. Supercell detiene la proprietà del tuo account di gioco ed ogni soldino speso per i potenziamenti o per ridurre i tempi di ricerche e costruzioni non può essere restituito.

Ti dirò di più. Al punto 4.2 è espressamente riportato che Supercell non è in alcun modo responsabile se un tuo amico per sbaglio fa acquisti in game tramite il tuo cellulare senza il tuo consenso, ne è tenuta in alcun modo di restituirti somme eventualmente non spese (nel caso tu voglia chiudere l’account).

Al netto che l’azienda punta a fare il massimo per noi giocatori è scritto che la stessa non è in alcun modo responsabile per bug o qualsiasi problema possa derivare dall’uso del gioco… se mentre state attaccando sbattete la testa contro un palo, Supercell è manlevata da ogni conseguenza presente passata e futura. E’ scritto chiaramente.

Questo non deve stupire in alcun modo. Se fate caso, oggi, qualsiasi software acquistato è fondamentalmente venduto in licenza d’uso e non in proprietà: ciò permette alla casa madre di evitare qualsiasi causa o rimostranza nei suoi confronti per inadempienze o mancanze di qualsiasi genere o natura.

Pazienza. Per gli amanti di Clash of Clans come noi questo poco importa. Il mercato dei giochi cresce a livelli vertiginosi a livello mondiale perciò è verosimile credere che i nostri account sono al sicuro e che esisteranno finché non sarà esaurita la nostra voglia di combattere.